Andrea Melis Parolaio is creating Poesia
16

patrons


Mi chiamo Andrea Melis.
Per gli amici Ivaz.
Per i lettori "Parolaio"
Sono Grafico, scrittore, videomaker e poeta. Cagliaritano, classe 1979. 
Se sei qui per me intanto GRAZIE di ❤️

Nella mia esperienza di scrittore ho sovvertito un po' di regole. Ho lasciato il mio lavoro sicuro in un call center dopo ben 15 anni, e mi sono fatto un libro da solo, cosa considerata da sfigati, e invece quel libro (#Bisogni - Poesie urgenti d'amore di lotta e di sogni) è stato un successo che mi ha portato a pubblicare per Feltrinelli, uno dei più grandi e prestigiosi editori del mondo. 

L'altro tabù in Italia è che di scrittura non si vive. Figurarsi di poesie.  Io però credo che la poesia sia un accessorio necessario di ogni esistenza, in apparenza non utile ma per questo indispensabile.
Per non privare nessuno di un diritto fondamentale, il diritto alle emozioni, io per questo pubblico e continuerò a pubblicare le mie poesie su Facebook e sui Social. Poi chi vuole può sostenermi in modo classico con l'acquisto del mio libro che trovate in qualunque scaffale d'Italia "Piccole Tracce di Vita" Feltrinelli editore (13 euro) e che raccoglie 160 delle mie poesie. 
Ma potete in aggiunta sostenermi ogni mese nelle nuove produzioni e nella scrittura, abbonandovi qui con una piccola sottoscrizione di pochi euro. Ho quasi 10 mila lettori sui social. Se ciascuno desse anche pochi centesimi al mese io potrei garantirmi la sopravvivenza.
E' poiché è stato un crowdfunding a farmi nascere, e la generosità dei lettori, potrebbe essere un crowdfunding "continuativo" - questo è Patreon - a permettermi di dedicarmi esclusivamente alla scrittura. 

Come tutte le cose nuove, vale la pena di spiegare come funziona. 

TUTTI SOGNANO LA RIVOLUZIONE.
IO PROVO A COMINCIARNE UNA.


1 - Cos'è Patreon ?

Patreon è una piattaforma Internet che permette agli artisti di ricevere direttamente i finanziamenti dai propri fan definiti patrons ("patroni", "benefattori"). Questi possono finanziare in maniera continuativa e regolare con delle piccole donazioni mensili.
La società è nata da un'idea del musicista Jack Conte e dello sviluppatore Sam Yam nel 2013, e ha sede a San Francisco, ma è aperta agli artisti di tutto il mondo.
In Italia siamo pochissimi.
Come scrittore sono il primo a usarla nel nostro Paese.

2 - Non è in Italiano?

Vero. La piattaforma Patreon è in inglese ma i contenuti io continuo a pubblicarli qui su Facebook e Instagram in Italiano.
Quindi l'unico rapporto con Patreon è all'atto della sottoscrizione e l'atto da fare è semplicissimo:
ci si registra rapidamente alla piattaforma - anche usando l'accesso tramite Facebook in modo da non dover creare un nuovo account qui: https://www.patreon.com/signup?ru=%2F - e si decide di "diventare un mio mecenate" (BECOME A PATRON).

3 - Quanto costa? Come si paga?

Si possono versare al mese - di fatto adottando me come poeta - varie cifre, trovate le opzioni nella colonna di destra, associate a una mia poesia:
2$ con la formula "POCO" - Lettore
5$ con la formula "D'arte e cultura non si mangia" - Sostenitore
10$ con la formula "Chi ha il pane non ha i denti" - Benefattore
20 $ con la formula "I Sogni" - mecenate.
Ci si può cancellare in ogni momento senza alcun vincolo.
Per questo all'atto della iscrizione il primo mese viene prelevato subito.
(molti nei casi di artisti che su patreon danno contenuti esclusivi, godono dei contenuti e il giorno prima dell'addebitano si cancellavano. Così la piattaforma ha pensato di correre ai ripari con il 1 addebito immediato)
Certo non è il mio caso.
Sono accettate tutte le carte di credito Visa e Mastercard anche ricaricabili, e gli account Paypal collegati a una carta di credito.
La pagina "Become a patron" che mi riguarda è qui:
https://www.patreon.com/bePatron?c=1273105

4 - Perchè sto facendo questo?

Io su Patreon non sto vendendo nulla, né promettendo niente di più di quello che già faccio.
E questo è il bello.
Tento con molta convinzione, in tempi grami per la cultura e i libri, la rivoluzione di un nuovo modo di sostenere un'artista senza doversi vendere o mercificare.
Ho già vinto la battaglia sul fatto che autopubblicarsi un libro non sia necessariamente roba da sfigati
(vedi la mia storia: http://www.andreamelisparolaio.it/about-me/)
Il passo successivo naturale è abbattere il detto che di scrittura non si vive.
Forse è vero se ci si aspetta di vendere solo libri.
Ma se come me si costruisce una comunità viva di persone e di emozioni intorno alle mie poesie, che ogni giorno si confronta, si emoziona, si da coraggio e si nutre di queste mie parole, e di quelle vostre che dalle mie riverberano,
allora la rivoluzione è possibile.
In breve quelle che verserete su Patreon sono donazioni volontarie. Un riconoscimento di quel che quotidianamente si fa. Non danno diritto a privilegi o a disparità.
Resto formalmente convinto che l'arte, anche quando in piccole forme bastarde come le mie poesie, debba essere accessibile a tutti e debba seguire il criterio dell'inclusività anzichè dell'esclusività.
Chi può e vuole contribuisce a partire da questi 2 euro al mese (in italia ovviamente l'addebito in dollari viene convertito e corrisponde più o meno a 2 euro)
Attualmente ho 11 sostenitori per un totale di 30 $ al mese.
Pochi, considerato i miei quasi 10 mila contatti e le molte centinaia di mi piace e condivisioni che ogni giorno collezionano le mie poesie diffuse qui gratuitamente.
Quello che posso fare per aiutare a incrementare è spiegare come userò questi fondi.

5 - Cosa farò di questi soldi.

L'esigenza più impellente è viaggiare. Portare la mia poesia ovunque. Portare avanti la mia battaglia di cuore in cuore.
Andare soprattutto nei paesi isolati senza librai e senza presidi culturali, dove più c'è bisogno.
Le casi editrici possono sostenere gli autori solo per una parte limitata dei costi.
Soprattutto nel mio caso, un sardo che riceve centinaia di inviti da Torino a Foggia, da Milano a Palermo, passando per ogni regione è agolo d'Italia, essere invitato spesso da Piccoli circoli di lettori e librai di frontiera, o piccoli festival senza grandi mezzi finanziari richiede una rivoluzione.
Se 100 lettori di un piccolo paese si abbonano a Patreon, io posso venire a presentare da voi le mie opere probabilmente senza pesare sulla singola realtà culturale che mi invita.
Se creiamo nuove comunità culturalmente attive anche dal punto di vista economico, vedrete che sarà il primo ma non l'ultimo.
E si creeranno nuove energie per la cultura.
La si sottrae all'assistenzialismo dello stato (che spesso vuol dire anche censurare chi è scomodo e dirottare i fondi verso ciò che fa comodo ai governanti di turno...) alle leggi di mercato (che spesso significa vedere pubblicato solo ciò che vende molto) e si restituisce all'arte e all'artista l'antico ruolo di interprete, cantore e rappresentante delle minoranze e degli ultimi.
E' tutto molto ambizioso. E' tutto molto bello.
E' tutto libero, volontario, senza limiti.
Può piacere o no.
Io non ho trovato ancora un artista da sostenere.
Ma state certi che appena un amico o un collega intraprenderà la mia stessa strada sarò il primo a rinunciare a un pacchetto di chewingum o a 1 caffè al mese per liberare un'artista.
Da settembre inoltre sul mio sito partirà il progetto che permetterà di mappare tutti gli inviti da ogni angolo d'italia a presentazioni, circoli, librerie, o anche case private.
Sarà un modo per creare reti locali e permettere una sinergia tra ambienti confinanti e rendere sostenibili le spese di viaggio per chi vive in un isola ma non si rassegna all'isolamento.
https://www.patreon.com/andreamelisparolaio

Tiers
Poco
$2 or more per month
Poco

"Ho molto rispetto del poco, 

perché è la misura a partire dalla quale, 

noi mortali diventiamo qualcosa, 

nei confronti del nulla"

tratta da Piccole Tracce di Vita - Andrea Melis, Feltrinelli editore.

D'arte e cultura non si mangia
$5 or more per month
D'arte e cultura non si mangia


"D'arte e cultura non si mangia, 

ma quantomeno non si viene sbranati"


tratta da Piccole Tracce di Vita - Andrea Melis, Feltrinelli editore.

Chi ha il pane non ha i denti
$10 or more per month
    

Chi ha il pane non ha i denti

Toglietemi il pane
ma non i denti:
che io possa morire di fame senza smettere di sorriderti.

tratta da Piccole Tracce di Vita - Andrea Melis, Feltrinelli editore.

I Sogni
$20 or more per month
I sogni

"E poi c’è questo nostro tempo in cui di sogni non si vive
ma senza si muore".

 
tratta da Piccole Tracce di Vita - Andrea Melis, Feltrinelli editore.

Goals
9% complete
Dovesse arrivare anche solo 1 euro,
la sfida sarà vinta.
Grazie 
1 of 2

Mi chiamo Andrea Melis.
Per gli amici Ivaz.
Per i lettori "Parolaio"
Sono Grafico, scrittore, videomaker e poeta. Cagliaritano, classe 1979. 
Se sei qui per me intanto GRAZIE di ❤️

Nella mia esperienza di scrittore ho sovvertito un po' di regole. Ho lasciato il mio lavoro sicuro in un call center dopo ben 15 anni, e mi sono fatto un libro da solo, cosa considerata da sfigati, e invece quel libro (#Bisogni - Poesie urgenti d'amore di lotta e di sogni) è stato un successo che mi ha portato a pubblicare per Feltrinelli, uno dei più grandi e prestigiosi editori del mondo. 

L'altro tabù in Italia è che di scrittura non si vive. Figurarsi di poesie.  Io però credo che la poesia sia un accessorio necessario di ogni esistenza, in apparenza non utile ma per questo indispensabile.
Per non privare nessuno di un diritto fondamentale, il diritto alle emozioni, io per questo pubblico e continuerò a pubblicare le mie poesie su Facebook e sui Social. Poi chi vuole può sostenermi in modo classico con l'acquisto del mio libro che trovate in qualunque scaffale d'Italia "Piccole Tracce di Vita" Feltrinelli editore (13 euro) e che raccoglie 160 delle mie poesie. 
Ma potete in aggiunta sostenermi ogni mese nelle nuove produzioni e nella scrittura, abbonandovi qui con una piccola sottoscrizione di pochi euro. Ho quasi 10 mila lettori sui social. Se ciascuno desse anche pochi centesimi al mese io potrei garantirmi la sopravvivenza.
E' poiché è stato un crowdfunding a farmi nascere, e la generosità dei lettori, potrebbe essere un crowdfunding "continuativo" - questo è Patreon - a permettermi di dedicarmi esclusivamente alla scrittura. 

Come tutte le cose nuove, vale la pena di spiegare come funziona. 

TUTTI SOGNANO LA RIVOLUZIONE.
IO PROVO A COMINCIARNE UNA.


1 - Cos'è Patreon ?

Patreon è una piattaforma Internet che permette agli artisti di ricevere direttamente i finanziamenti dai propri fan definiti patrons ("patroni", "benefattori"). Questi possono finanziare in maniera continuativa e regolare con delle piccole donazioni mensili.
La società è nata da un'idea del musicista Jack Conte e dello sviluppatore Sam Yam nel 2013, e ha sede a San Francisco, ma è aperta agli artisti di tutto il mondo.
In Italia siamo pochissimi.
Come scrittore sono il primo a usarla nel nostro Paese.

2 - Non è in Italiano?

Vero. La piattaforma Patreon è in inglese ma i contenuti io continuo a pubblicarli qui su Facebook e Instagram in Italiano.
Quindi l'unico rapporto con Patreon è all'atto della sottoscrizione e l'atto da fare è semplicissimo:
ci si registra rapidamente alla piattaforma - anche usando l'accesso tramite Facebook in modo da non dover creare un nuovo account qui: https://www.patreon.com/signup?ru=%2F - e si decide di "diventare un mio mecenate" (BECOME A PATRON).

3 - Quanto costa? Come si paga?

Si possono versare al mese - di fatto adottando me come poeta - varie cifre, trovate le opzioni nella colonna di destra, associate a una mia poesia:
2$ con la formula "POCO" - Lettore
5$ con la formula "D'arte e cultura non si mangia" - Sostenitore
10$ con la formula "Chi ha il pane non ha i denti" - Benefattore
20 $ con la formula "I Sogni" - mecenate.
Ci si può cancellare in ogni momento senza alcun vincolo.
Per questo all'atto della iscrizione il primo mese viene prelevato subito.
(molti nei casi di artisti che su patreon danno contenuti esclusivi, godono dei contenuti e il giorno prima dell'addebitano si cancellavano. Così la piattaforma ha pensato di correre ai ripari con il 1 addebito immediato)
Certo non è il mio caso.
Sono accettate tutte le carte di credito Visa e Mastercard anche ricaricabili, e gli account Paypal collegati a una carta di credito.
La pagina "Become a patron" che mi riguarda è qui:
https://www.patreon.com/bePatron?c=1273105

4 - Perchè sto facendo questo?

Io su Patreon non sto vendendo nulla, né promettendo niente di più di quello che già faccio.
E questo è il bello.
Tento con molta convinzione, in tempi grami per la cultura e i libri, la rivoluzione di un nuovo modo di sostenere un'artista senza doversi vendere o mercificare.
Ho già vinto la battaglia sul fatto che autopubblicarsi un libro non sia necessariamente roba da sfigati
(vedi la mia storia: http://www.andreamelisparolaio.it/about-me/)
Il passo successivo naturale è abbattere il detto che di scrittura non si vive.
Forse è vero se ci si aspetta di vendere solo libri.
Ma se come me si costruisce una comunità viva di persone e di emozioni intorno alle mie poesie, che ogni giorno si confronta, si emoziona, si da coraggio e si nutre di queste mie parole, e di quelle vostre che dalle mie riverberano,
allora la rivoluzione è possibile.
In breve quelle che verserete su Patreon sono donazioni volontarie. Un riconoscimento di quel che quotidianamente si fa. Non danno diritto a privilegi o a disparità.
Resto formalmente convinto che l'arte, anche quando in piccole forme bastarde come le mie poesie, debba essere accessibile a tutti e debba seguire il criterio dell'inclusività anzichè dell'esclusività.
Chi può e vuole contribuisce a partire da questi 2 euro al mese (in italia ovviamente l'addebito in dollari viene convertito e corrisponde più o meno a 2 euro)
Attualmente ho 11 sostenitori per un totale di 30 $ al mese.
Pochi, considerato i miei quasi 10 mila contatti e le molte centinaia di mi piace e condivisioni che ogni giorno collezionano le mie poesie diffuse qui gratuitamente.
Quello che posso fare per aiutare a incrementare è spiegare come userò questi fondi.

5 - Cosa farò di questi soldi.

L'esigenza più impellente è viaggiare. Portare la mia poesia ovunque. Portare avanti la mia battaglia di cuore in cuore.
Andare soprattutto nei paesi isolati senza librai e senza presidi culturali, dove più c'è bisogno.
Le casi editrici possono sostenere gli autori solo per una parte limitata dei costi.
Soprattutto nel mio caso, un sardo che riceve centinaia di inviti da Torino a Foggia, da Milano a Palermo, passando per ogni regione è agolo d'Italia, essere invitato spesso da Piccoli circoli di lettori e librai di frontiera, o piccoli festival senza grandi mezzi finanziari richiede una rivoluzione.
Se 100 lettori di un piccolo paese si abbonano a Patreon, io posso venire a presentare da voi le mie opere probabilmente senza pesare sulla singola realtà culturale che mi invita.
Se creiamo nuove comunità culturalmente attive anche dal punto di vista economico, vedrete che sarà il primo ma non l'ultimo.
E si creeranno nuove energie per la cultura.
La si sottrae all'assistenzialismo dello stato (che spesso vuol dire anche censurare chi è scomodo e dirottare i fondi verso ciò che fa comodo ai governanti di turno...) alle leggi di mercato (che spesso significa vedere pubblicato solo ciò che vende molto) e si restituisce all'arte e all'artista l'antico ruolo di interprete, cantore e rappresentante delle minoranze e degli ultimi.
E' tutto molto ambizioso. E' tutto molto bello.
E' tutto libero, volontario, senza limiti.
Può piacere o no.
Io non ho trovato ancora un artista da sostenere.
Ma state certi che appena un amico o un collega intraprenderà la mia stessa strada sarò il primo a rinunciare a un pacchetto di chewingum o a 1 caffè al mese per liberare un'artista.
Da settembre inoltre sul mio sito partirà il progetto che permetterà di mappare tutti gli inviti da ogni angolo d'italia a presentazioni, circoli, librerie, o anche case private.
Sarà un modo per creare reti locali e permettere una sinergia tra ambienti confinanti e rendere sostenibili le spese di viaggio per chi vive in un isola ma non si rassegna all'isolamento.
https://www.patreon.com/andreamelisparolaio

Recent posts by Andrea Melis Parolaio

Tiers
Poco
$2 or more per month
Poco

"Ho molto rispetto del poco, 

perché è la misura a partire dalla quale, 

noi mortali diventiamo qualcosa, 

nei confronti del nulla"

tratta da Piccole Tracce di Vita - Andrea Melis, Feltrinelli editore.

D'arte e cultura non si mangia
$5 or more per month
D'arte e cultura non si mangia


"D'arte e cultura non si mangia, 

ma quantomeno non si viene sbranati"


tratta da Piccole Tracce di Vita - Andrea Melis, Feltrinelli editore.

Chi ha il pane non ha i denti
$10 or more per month
    

Chi ha il pane non ha i denti

Toglietemi il pane
ma non i denti:
che io possa morire di fame senza smettere di sorriderti.

tratta da Piccole Tracce di Vita - Andrea Melis, Feltrinelli editore.

I Sogni
$20 or more per month
I sogni

"E poi c’è questo nostro tempo in cui di sogni non si vive
ma senza si muore".

 
tratta da Piccole Tracce di Vita - Andrea Melis, Feltrinelli editore.