PEPERONCINI ROSSI are creating Music
0

patrons

$0
per month
Nella primavera del 2005 nascevano i PEPERONCINI ROSSI, un onore farne parte da sempre, una band a cui ho dato tutto l'impegno che ho potuto, anche più di quanto avrei dovuto andando spesso contro il tempo e a volte contro chi mi voleva bene (e forse me ne vuole ancora) e le cose importanti.

Sicuramente oggi sono molto diverso da quando ho iniziato ma mi riferisco al mio aspetto fisico, non alla voglia di divertirmi e all'energia.

Alzo un bicchiere al prossimo decennio di live, ma anche e soprattutto a quello passato, augurando il meglio a tutti quelli che non sono mai venuti a un nostro concerto: non vi pentirete di certo (una cover band non sarà mai chissà quanto famosa) ma ad ogni modo per l'entusiasmo che ci abbiamo messo, non sapete che vi siete persi!

Ringrazio tutti i ragazzi che sono stati Peperoncini Rossi: Zap (Gianfranco Ettorre - co founder della band), Topper Hurley (Marco Biondi) e Bob Fucile (Fleavio - co founder della band) per avermi scelto come loro voce e per avermi fatto suonare con loro in giro per i palchi, ringrazio El Drugo (Luca Trifoni) e Le Frush (Gabriele Marconetta) per aver suonato al mio fianco dando prova di grande impegno e capacità, ringrazio il grande Tabassco (Stefano Baldini) e Mad (Matteo Fanì) per gli stessi motivi e per l'entusiasmo che trasmettono.

Ringrazio i Sawthis e i Patch Studios per le sale prove; i vicini per aver tollerato i volumi folli ogni venerdì sera fino a mezzanotte; Vocino (Davide Di Michele) e Davide Di Giovanni per le volte che ci hanno parato il culo con sostituzioni Last minute; Ingrid Di Berardino per le foto; Joy TT per il logo; El Chad (Francesco Rocchi) per aver creduto in me anche se poi l'ho deluso; i miei amici che mi hanno seguito ogni volta che è stato possibile; alla folla che popolava piazza Maggiore il 5 Maggio 2011 (live indimenticabile per me); tutti quelli che hanno voluto una foto con noi; mia moglie che mi ha sempre sostenuto e i miei figli che mi ascoltano ogni volta con il sorriso.

Un saluto lo devo in particolare a un amico che oggi non c'è più, Danilo Pomante, bassista di grandissima e ammirevole passione. Sono sicuro che ovunque sia ora, di certo starà suonando il basso.

Sostenete la musica live, è roba sana, fatta di bella gente, intelligente e profonda, il suono degli strumenti non nuoce alla salute ed è spesso offerto gratis dai locali che vi dissetano.

Ciao, Sonny Rock
Nella primavera del 2005 nascevano i PEPERONCINI ROSSI, un onore farne parte da sempre, una band a cui ho dato tutto l'impegno che ho potuto, anche più di quanto avrei dovuto andando spesso contro il tempo e a volte contro chi mi voleva bene (e forse me ne vuole ancora) e le cose importanti.

Sicuramente oggi sono molto diverso da quando ho iniziato ma mi riferisco al mio aspetto fisico, non alla voglia di divertirmi e all'energia.

Alzo un bicchiere al prossimo decennio di live, ma anche e soprattutto a quello passato, augurando il meglio a tutti quelli che non sono mai venuti a un nostro concerto: non vi pentirete di certo (una cover band non sarà mai chissà quanto famosa) ma ad ogni modo per l'entusiasmo che ci abbiamo messo, non sapete che vi siete persi!

Ringrazio tutti i ragazzi che sono stati Peperoncini Rossi: Zap (Gianfranco Ettorre - co founder della band), Topper Hurley (Marco Biondi) e Bob Fucile (Fleavio - co founder della band) per avermi scelto come loro voce e per avermi fatto suonare con loro in giro per i palchi, ringrazio El Drugo (Luca Trifoni) e Le Frush (Gabriele Marconetta) per aver suonato al mio fianco dando prova di grande impegno e capacità, ringrazio il grande Tabassco (Stefano Baldini) e Mad (Matteo Fanì) per gli stessi motivi e per l'entusiasmo che trasmettono.

Ringrazio i Sawthis e i Patch Studios per le sale prove; i vicini per aver tollerato i volumi folli ogni venerdì sera fino a mezzanotte; Vocino (Davide Di Michele) e Davide Di Giovanni per le volte che ci hanno parato il culo con sostituzioni Last minute; Ingrid Di Berardino per le foto; Joy TT per il logo; El Chad (Francesco Rocchi) per aver creduto in me anche se poi l'ho deluso; i miei amici che mi hanno seguito ogni volta che è stato possibile; alla folla che popolava piazza Maggiore il 5 Maggio 2011 (live indimenticabile per me); tutti quelli che hanno voluto una foto con noi; mia moglie che mi ha sempre sostenuto e i miei figli che mi ascoltano ogni volta con il sorriso.

Un saluto lo devo in particolare a un amico che oggi non c'è più, Danilo Pomante, bassista di grandissima e ammirevole passione. Sono sicuro che ovunque sia ora, di certo starà suonando il basso.

Sostenete la musica live, è roba sana, fatta di bella gente, intelligente e profonda, il suono degli strumenti non nuoce alla salute ed è spesso offerto gratis dai locali che vi dissetano.

Ciao, Sonny Rock

Recent posts by PEPERONCINI ROSSI